13.02.2019

Use case Data Storytelling: quando usare un tool di Data Storytelling?

In questo articolo troverete la risposta alle domande seguenti:

  • qual è la popolazione che consuma il dato sotto forma di [Data] Storytelling?
  • quali sono i principali casi d’uso del Data Storytelling?

Uno strumento di Data Storytelling è uno strumento intelligente di comunicazione basato sul dato. Per capire quando va usato, bisogna innanzitutto identificare il destinatario finale del messaggio, a sua volta strettamente correlato al contesto per il quale viene sviluppato questo strumento.

 

 

Popolazione che consuma il dato sotto forma di [Data] Storytelling

 

La popolazione target è il consumatore/utilizzatore finale del dato (rispetto alla persona che elabora il dato), la persona alla quale è destinata un’analisi.

Il messaggio che riceve le deve permettere di prendere delle decisioni o di agire il più velocemente possibile sulla base dell’informazione ottenuta.

 

In questo tipo di popolazione si trovano:

  • I neofiti. Sono le persone che non hanno conoscenze particolari in un determinato settore. Per questo hanno bisogno di informazioni aggiuntive in più al dato, come per esempio un contesto per capire meglio, una base di riferimento per valutare, delle visualizzazioni attraenti per sentirsi coinvolte. 
  • Non-data expert. Si tratta di quelli che hanno poca dimestichezza con l’informazione cifrata e preferiscono elementi testuali. Vogliono però avere i risultati delle analisi per essere guidati nel loro quotidiano.
  • Non esperto di un argomento specifico. Si tratta per esempio delle altre figure professionali dell’azienda alle quali vogliamo comunicare un messaggio ma che non conoscono la nostra professione. Queste persone hanno bisogno di essere accompagnate nella lettura di un dato estraneo alle loro competenze per comprenderne tutte le implicazioni in relazione con la loro funzione. Possono essere anche clienti o partner commerciali ai quali vengono presentati i dati per accelerare la loro presa di decisione.
  • Non-digital native o immigranti del digitale. Si tratta di persone che, pur essendo specialisti del loro lavoro ed esperti del dato nel loro settore, fanno parte delle generazioni precedenti. Quest generazioni hanno vissuto l’avvento del digitale come uno sconvolgimento del modo di trattare il dato e non sono dunque abituate a utilizzare degli strumenti di business intelligence spesso complessi da maneggiare. 
  • Top Management / C-level. Sono i decision maker dell’azienda. Sono esposti a tantissimi dati che a volte non padroneggiano, ma che devono capire rapidamente per decidere, dare delle direttive e agire. Hanno bisogno di (i) chiarezza nell’esposizione del dato, (ii) contestualizzazione dell’informazione, (iii) accessibilità al dato.
  • Utenti finali delocalizzati (agenzie, negozi, concessioni). Questo concetto di delocalizzazione è estremamente importante. Le antenne commerciali incontrano spesso molte difficoltà ad adottare tools di service-service BI per le seguenti ragioni:
    • mancanza di tempo per capire il funzionamento. Il business è la priorità.
    • mancanza di visione comune del business. Non è raro vedere che ogni antenna gestisce la propria attività con i propri KPI. È fondamentale che tutte le antenne abbiano la stessa visione del business.
    • la formazione a questi tool può rivelarsi molto lunga e molto costosa (costo della formazione, costo delle ore non lavorate, costo della sostituzione in negozio). Il programma di formazione per tutti i negozi può durare diversi mesi.

 

 

Principali ambiti di applicazione del Data Storytelling in azienda

 

 

Uno strumento per ogni esigenza. Il Data Storytelling è particolarmente adatto nei seguenti casi d’uso. Lo dimostra l’esperienza. Guardate.

 

  • Dare informazioni chiave alle funzioni aziendali mediante un report interattivo multi device con una UX perfetta

I collaboratori (o utenti finali) non hanno bisogno di rielaborare le informazioni.

Si tratta in questo caso di fornire una soluzione a una funzione aziendale specifica, piuttosto che dotarla semplicemente di uno strumento di reporting.

 

Vantaggi rispetto a un tool di self service BI:

  • Aumentare la User Experience dei vostri utenti : gli strumenti di Data Storyelling hanno un tasso di uso in genere molto elevato. La navigazione nel tool è semplice, e l’informazione è facile da capire
  • Avere una visione unica in seno al reparto aziendale
  • Permettere alle persone di concentrarsi sulle loro mansioni e allo stesso tempo dare loro la possibilità di modificare in completa autonomia le analisi e la storia raccontata, senza dipendere dalla Direzione IT
  • Rendere sempre il dato accessibile e condivisibile su tutti i supporti mobili (tablet, smartphone, PC)
  • Rendere il dato azionabile mediante tutte le tecniche di Data Storytelling: suggerire azioni e raccomandazioni…
  • Avere un’unica piattaforma di informazione (senza nessuna ambiguità sulla fonte di dati a cui fare riferimento…)

 

Alcuni Use case:

 

…. C-Level. Un grande gruppo del settore turistico vuole dotare il suo Comex (Comitato esecutivo) e i suoi direttori d’hotel di uno strumento di gestione dell’attività. Ogni direttore può accedere ai numeri chiave del suo albergo e confrontarli con gli altri, individuare i punti forti e quelli deboli. Prima il gruppo disponeva di numerosi dashboard con dati compartimentati e accessibili unicamente dal computer. Guardate la nostra pagina Direzione Generale

…. Sales. Dotare i venditori sul territorio domestico e internazionale di uno strumento per gestire le loro performance di vendita e la loro situazione rispetto ai budget fissati. Un’app con un autentico intento pedagogico visto che gli utenti non hanno nessuna preparazione tecnica. Guardate anche i casi BNP Wealth Management e la nostra pagina Sales Management

…. Marketing. Una grande marca di lusso gestisce mensilmente le sue performance di vendita grazie ai dati dei panels di consumazione e si confronta con i principali concorrenti sul mercato domestico e internazionale, con un accesso differenziato a seconda del mercato. Guardate anche il caso PSA e la nostra pagina Marketing

…. Risorse Umane. Il servizio HR di un grande gruppo vuole gestire l’organico, il job rotation e i talenti del gruppo. Guardate anche il caso Nexity e la nostra pagina Risorse Umane

…. Finanza. Il CFO di una grande azienda vuole digitalizzare e automatizzare la sua Business Review mensile, per ottimizzare il suo lavoro di produzione di report. Guardate anche la nostra pagina Finanza

…. Operations. Dotare i gestori dei centri commerciali sul terreno di un’app chiavi in mano nella quale si trovano riunite tutte le informazioni operative, contrattuali e finanziarie. Guardate la nostra pagina Real Estate per esempio.

 

 

  • Scambio di informazioni tra diversi ruoli e funzioni aziendali

In un’organizzazione aziendale, vengono spesso criticati il funzionamento a silos e la perdita di informazioni che frenano la produttività. Grazie ai tool di Data Storytelling, potete condividere i dati inerenti alla vostra funzione aziendale in modo controllato.

 

Vantaggi rispetto a un tool di self service BI:

  • Adozione di un angolo di vista (editorializzazione)
  • Contestualizzazione del dato
  • Flusso di informazioni controllato

 

Alcuni use case:

 

A partire da uno stesso insieme di dati, è stata sviluppata per una banca un’app a destinazione dei direttori dei mercati, per avere una visione del mercato, e a destinazione dei direttori di filiale, per una visione della distribuzione. Trattasi di una stessa applicazione trans-funzionale.

 

 

  • Necessità di un dato accessibile sempre e ovunque (mobilità)

Gli strumenti di Data Exploration della BI classica sono stati sviluppati per un uso esclusivamente desktop, adeguato alla popolazione di utenti a cui si rivolgono (gli esperti del dato, analisti, Data Scientists…) e al tipo di utilizzo che ne fanno (diverse ore al giorno).

 

Gli strumenti di Data Storytelling si prefiggono di comunicare l’informazione cifrata e sono concepiti quindi per essere multi-supporto (desktop, tablet, smartphone). La mobilità è nativa: lo strumento si adatta a tutti i dispositivi con la stessa configurazione. Gli altri tool di BI devono spesso venire riconfigurati per adattarsi alle diverse dimensioni di schermo (con conseguente perdita di performance e costi aggiuntivi).

 

Quindi se avete bisogno di avere le informazioni su tablet e smartphone, com’è richiesto in generale dai venditori e dal Top Management, è meglio optare per uno strumento di Data Storytelling.

 

 

  • Necessità di comunicare i dati al vostro network (agenzie, negozi, concessioni, franchising)

Il primo caso d’uso è la gestione dei centri commerciali, rendicontazione delle attività delle filiali o reporting alle concessioni.

 

Vantaggi rispetto a un tool di self service BI:

  • Avere una visione unica e comune in tutte le antenne commerciali, con la possibilità di personalizzare la lettura dell’informazione in modo dinamico
  • Chiarezza e fruibilità dell’informazione per qualsiasi tipo di profilo utente grazie all’elevatissima User Experience degli strumenti di Data Storytelling
  • Essere integrato in una strategia di mobilità (applicazione accessibile da qualsiasi supporto mobile senza configurazione supplementare)
  • Piattaforma di comunicazione di tutte le informazioni (non solo dei dati cifrati) dalla sede alle antenne commerciali: chat, communication planning, communication training, visual merchandising, etc…
  • Raccomandazioni integrate per aiutare i team a orientarsi

 

Alcuni Use case:

 

Negozi. La sede centrale vuole permettere ai responsabili dei centri commerciali di gestire i negozi con un report quotidiano dei dati di vendita e ai negozi di conoscere le loro performance nell’ambito della rete. Guardate anche il caso Marques Avenue e leggete questo articolo.

 

Concessionari. L’azienda dota la sua Direzione commerciale di strumenti per gestire tutta la rete di rivenditori e concessionari, permettendo così alla sede di centralizzare le vendite di pezzi di ricambio e a ogni rivenditore di conoscere la sua performance all’interno della rete.

 

Agenzie. I direttori dei dipartimenti vogliono avere una visione dell’attività in termini di percentuale di obiettivi raggiunti per regione/zona/agenzia e dotare i direttori di agenzia di uno strumento di gestione semplice per fare una diagnosi della loro attività e posizionarsi rispetto alle altre agenzie. Guardate anche il caso Crédit Agricole

 

  • Bisogno di comunicare i dati alle parti in causa (clienti, partner… tutto il vostro ecosistema!)

Il Data Storytelling è utilizzato anche come uno strumento di supporto alla decisione dell’ecosistema, perché le visualizzazioni sono semplici, la lettura guidata e la User Experience facilita la navigazione attraverso il dato.

 

Vantaggi rispetto a un tool di self service BI:

  • il tool di self service BI non prevede questo campo di applicazione se non in modo forzato.

 

Alcuni Use case:

 

. Venditori.

Si tratta di un supporto alla vendita, nella quale il dato è fondamentale per la presa di decisione. Uno strumento di aiuto alla vendita di spazi pubblicitari agli inserzionisti in funzione delle localizzazioni, punti di contatto e numero di facciate ed altri KPI in funzione della loro popolazione target. Guardate il caso JC Decaux, leggete questo articolo.

Il servizio per gli enti locali di una banca vuole uno strumento di gestione su tablet per valutare la situazione finanziaria delle municipalità. Dota i venditori di uno strumento per proporre la prestazione della banca sulla base di un bilancio personalizzato. Guardate il caso La Banque Postale e leggete questo articolo. 

Guardate anche Bio à la Une.

 

…. Clienti e Partner.

Dare accesso all’informazione ad altre parti in causa, esterne all’azienda. L’informazione trasmessa è cruciale per la loro presa di decisione. Si passa spesso da un’informazione fissa, in formato Excel, non fruibile come tale, a un’app interattiva e immediatamente azionabile. Guardate il caso Gruppo SEB e Littoral Normand.

È il caso anche della restituzione di studi marketing o inchieste di soddisfazione il cui risultato è valorizzato grazie al Data Storytelling >> leggete questo articolo! (link da inserire)

 

…. Ecosistema.

Democratizzare l’informazione interna per valorizzarla e renderla fruibile a tutti. È il caso del Data Storytelling sull’Open Data. La compagnia di assicurazione crediti del gruppo Allianz, Euler Hermes, ha deciso di servirsi del Data Storytelling per raccontare la storia dei mancati pagamenti nei diversi settori e paesi del mondo.

Guardate anche il caso ADP che pubblica la sua politica di Responsabilità Sociale d’Impresa con un’app di Data Storytelling.

 

Volete sapere tutto sul Data Storytelling? (link da inserire)

 

Sophie Miglietti, Country Opener in Italia & Business Developer @Toucan Toco!

 

A PROPOSITO DI TOUCAN TOCO

Toucan Toco è stata creata in marzo 2014 da Charles Miglietti, Kilian Bazin, Baptiste Jourdan e David Nowinsky. I fondatori hanno osservato che solo gli analisti specializzati accedono facilmente ai dati di performance aziendali. Forte di questa osservazione, si prefiggono di democratizzare l’informazione per i neofiti e di  restituire loro il potere di decidere grazie a una nuova pratica: il Data Storytelling

 

à lire aussi

No comments so far.

Leave a Reply

You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>