30.08.2018

Strategia Data : il CDO democratizza l’accesso ai dati in Azienda

La Business Intelligence ha creato una vera e propria eccitazione senza mantenere la sua promessa principale: trasformare e restituire i dati in informazione utilizzabile dalle persone che  non sono familiari con i dati e la Data Analysis. Le imprese accumulano enormi volumi di dati ma non sanno renderli azionabili. Oggigiorno, la maggior parte dei grandi gruppi si è resa conto dell’importanza di questo ultimo miglio del dato. È attraverso l’aumento del numero di CDO – Chief Data Officer – che possiamo notare la volontà delle grandi organizzazioni di stabilire una strategia dati.

Stratégie data

LA BI : Una scommessa pericolosa

 

stratégie data

 

 

Numerose informazioni sono già presenti all’interno dell’impresa: che siano volte al miglioramento della comunicazione interna o esterna, per meglio pilotare le prestazioni o comprendere il proprio settore d’attività. Le organizzazioni raccolgono dati sui propri clienti e abitudini di acquisto anche provenienti da svariate fonti, a prescindere dai loro punti vendita, studi dei pannelli di distribuzione e social network.

 

Queste informazioni chiave sono spesso accessibili tramite strumenti e tecnologie complesse da maneggiare. Solo poche persone all’interno dell’organizzazione, e competenti in tali soluzioni, sono in grado di estrarre informazioni pertinenti per gli esperti. E qui troviamo il vero problema delle organizzazioni. Spesso non dispongono dei team o degli strumenti necessari per analizzare e sfruttare i dati raccolti.

 

Alcune cifre

 

Il volume di dati raccolti aumenta del 60% all’anno, ciò nonostante 62% degli impiegati non hanno le competenze e gli strumenti necessari per sfruttarli al meglio e poter prendere decisioni.

 

Il McKinsey Global Institute mostra che negli USA mancano tra i 140.000 ai 190.000 impiegati con l’abilità di analizzare tali dati. Nel 2018, il divario tra la domanda e l’offerta in questo settore potrebbe aumentare dal 50 al 60%.

 

I dati pertanto restano allo stato di tabella indecifrabile, quindi inutilizzati. Da qui nasce la necessità di stabilire una strategia Data.

 

 

Cos’è una Strategia Data ?

 

Definizione

 

 

È una strategia di gestione dei dati e informazioni che consente alle imprese di conoscere meglio il proprio ambiente, pubblico e relative prestazioni.

 

Concentrandosi su tali dati, le organizzazioni consentono la condivisione delle informazioni, la loro modifica e interpretazione da parte di diversi attori all’interno dell’impresa. Se i dati non sono utilizzabili, sono inutili.

 

L’obiettivo è di rendere l’informazione un supporto per le decisioni e la comunicazione. Il ruolo del CDO oggi è di democratizzare l’accesso al dato, ciò è renderlo disponibile a tutti i collaboratori e finalmente dare un senso al dato.

 

 

Come utilizzare i dati raccolti affinché siano al servizio degli interessi e obiettivi dell’impresa ?

 

È esattamente la domanda che si fanno oggi i CDO. Per stabilire una strategia dati la prima tappa deve essere l’insediamento di una cultura del dato all’interno dell’impresa.

 

Come coltivare questa cultura del dato?

 

Tale cultura può creare una nuova metodologia di collaborazione. I dati diventano oggetto di discussione e supportano conseguenti decisioni.

 

Durante le riunioni, gli impiegati si riuniscono intorno ai dashboard dai quali hanno scelto gli indicatori di performance. Hanno una migliore visibilità sull’impatto delle attività di tutti e di quelle dei team. Le decisioni non si prendono istintivamente ma in seguito ad un’analisi precisa dei dati.

 

Gli impiegati devono essere i fautori principali di questa cultura. Devono sapere come accedere ai dati di cui hanno bisogno, come analizzarli e comunicarli al meglio in azienda, se necessario.

 

Ciò gli consente di rispondere a problematiche professionali precise : per esempio, io HR Manager voglio fare un follow up dell’assenteismo all’interno della mia organizzazione. Oppure, lavoro nel settore Retail e voglio visibilità sulle prestazioni dei miei impiegati oltre ai risultati di vendita, magari prodotto per prodotto.

 

 

Oltre la strategia Data : Il data storytelling

 

I benefici di una strategia Data possono venire meno se gli strumenti di gestione e rappresentazione dei dati non vengono adattati. Troppo spesso li troviamo all’interno di rapporti Excel troppo lunghi. Essendo ancora allo stato grezzo e quindi complessi, tali dati non riescono ad essere azionabili. Gli strumenti messi a disposizione devono consentire un passo verso quest’ultimo miglio del dato.

 

Ed ecco perché esiste Toucan Toco. Noi democratizziamo l’accesso ai dati perché non sia utilizzata dai soli esperti, bensi da tutte le persone in azienda. Per ciò, rinforziamo la cultura del dato in azienda tramite il data storytelling. Il data storytelling permette di contestualizzare i dati e consente di visualizzarli tramite grafici semplici ed interattivi  che facilitano la comprensione di elementi complessi.

 

 

 

 

 

 

Sophie Miglietti, Country Opener @Toucan Toco

 

 

 

A PROPOSITO DI TOUCAN TOCO

 

La nostra Mission : Lavorare l’ultimo miglio del dato, ossia utilizzare design, pedagogia e tecnologia per trasformare dati grezzi e complessi in visualizzazioni pertinenti e storie interattive. Con il nostro prodotto, creiamo un nuovo tipo di software: La Data Story Telling.

 

I nostri utenti sono le varie funzioni aziendali : Direzione Marketing, Produzione, Finanza, Risorse Umane o Commerciale di grandi aziende.

 

à lire aussi