08.02.2019

Outlook Report 2019: I trend dei report per il 2019 secondo Toucan Toco

Le nuove parole chiave sono versione mobile, personalizzazione e agilità.

 

Il mercato del reporting è in evoluzione e si è considerevolmente sviluppato grazie all’entrata in scena di nuovi attori e tecnologie innovative. Forte dell’esperienza con oltre un centinaio di grandi gruppi e più di 300 progetti in tutto il mondo, Toucan Toco delinea le tendenze dell’utilizzazione del reporting e dell’evoluzione del mercato nel 2019.

 

Nel 2018, si è assistito a un cambiamento tecnologico e culturale intorno al dato. Dal punto di vista tecnologico, i progetti di preparazione e di strutturazione dei dati godono oggi di un elevato tasso di successo. Il mercato è pronto e questo significa che esistono ormai soluzioni capaci di offrire un servizio di qualità. Il cambiamento culturale si riflette nell’importanza sempre maggiore che riveste il Chief Data Officer nelle grandi aziende mondiali. Nel 2019, il 90% di queste aziende avranno dei CDO. Questo significa che la maggior parte delle imprese sono consapevoli che i dati aiuteranno i loro dipendenti a prendere delle decisioni migliori, a collaborare più efficacemente e a restare informati a una velocità record.

 

«Il 2018 ha imposto un nuovo standard per il 2019 secondo il quale le aziende non pensano più solo a raccogliere il massimo dei dati, ma piuttosto al modo in cui possono sfruttarli», ha dichiarato Charles Miglietti, presidente e cofondatore di Toucan Toco. «Abbiamo assistito a un’incredibile trasformazione all’interno delle aziende dei nostri clienti. Viene capito meglio come i dati possono incidere sulle attività quotidiane e come utilizzarli. Dal C-level al middle management, abbiamo l’impressione che il mercato sia diventato molto più maturo. La cultura del dato è incredibilmente presente nelle discussioni strategiche.»

 

Ecco i trend definiti da Toucan Toco per il 2019:

 

 

1. Una misura in tempo reale per delle decisioni in tempo reale

I dati delle grandi imprese sono così numerosi e dispersi che ci vogliono da 1 a 4 mesi per elaborarli e renderli digesti. Ecco perché tipicamente certe strutture aziendali considerano i report inutili. Il fatto è che l’informazione, quando diventa infine disponibile, non è più utile per il team. Arriva troppo tardi. Per mostrarsi utili e utilizzati, i report devono essere creati in tempo reale. Le soluzioni di reporting sono oggi in grado di collegarsi alla maggior parte delle sorgenti di dati per generare dei grafici in tempo reale. In questo modo gli utilizzatori possono verificare esattamente quello che succede nella loro azienda e agire di conseguenza.

 

2. Possibilità di riunire dati open source, dati interni e Internet of Things

Ci sono miliardi di oggetti connessi e ce ne saranno sempre di più. Questi oggetti connessi generano molti interrogativi. Per esempio, come fare per riunire su un unico supporto visivo tra le 20 e le 50 sorgenti di dati rappresentate da oggetti connessi? La Data Visualization e i report sono una prima risposta a questa domanda. Le grandi aziende cercano anche di mettere insieme diverse fonti di dati per avere una migliore visione delle loro attività. Per esempio i retailer si interessano all’impatto delle condizioni meteorologiche sulla performance dei loro negozi. In generale i grandi gruppi vogliono una piattaforma dalla quale avere accesso a tutti i loro dati. Gli utenti vogliono visualizzare i dati a seconda del loro ruolo e della loro mansione nell’azienda.

 


 

 

3. Data Storytelling: la narrazione dei dati guadagna terreno a scapito dell’esplorazione

Ai soliti strumenti di Business Intelligence, gli utilizzatori preferiscono ormai la narrazione dei dati. Gli strumenti di BI sono concepiti per gli esperti e gli analisti dei dati e sono in generale difficili da utilizzare. Non tutti possono seguire una formazione di diverse settimane per padroneggiare un tool.

D’altra parte le soluzioni di Data Storytelling, pensate per tutti, aiutano i venditori, gli specialisti del marketing, delle risorse umane, della finanza e tutti gli altri servizi a ottenere delle informazioni in modo facile e veloce.

Gli utenti voglio le informazioni chiave capaci di adattarsi ai loro bisogni. Non vogliono perdere tempo a cercare i dati giusti in un tool di report che fornisce l’integralità delle informazioni.

Perfino all’interno dello stesso servizio, un responsabile del marketing non avrà gli stessi bisogni di report di un responsabile di campagna. Il Data Storytelling riduce o aggrega le informazioni a seconda del ruolo che avete in azienda rendendole più accurate e personalizzate.

 

4. Rapporti predittivi

Oggi il report guarda al passato e al presente, ma la cronologia dei dati permette di formulare delle previsioni e delle predizioni.

Qualsiasi siano i dati di cui dispongono, le aziende vogliono poter prevedere sia le opportunità da cogliere che i fattori di rischio.

Che cosa accadrebbe se la società X creasse questa nuova gamma di prodotti? Quali conseguenze subirebbe la nostra situazione finanziaria se investissimo in questa società o in questo nuovo servizio?

Delle società come prevision.io sviluppano degli algoritmi complessi che possono essere integrati ai tool di report per permettere ai gestori di predire i rischi o le potenziali opportunità che non avrebbero potuto individuare altrimenti.

I rapporti predittivi diventeranno sempre più popolari nel 2019 e aiuteranno le organizzazioni aziendali a prendere le buone decisioni che si incideranno in modo significativo sulle loro performance, di oggi e di domani.

 

 

5. I report mobili e l’accesso offline sono indispensabili

La mobilità non è mai stata così forte nelle aziende. Nei mezzi pubblici, in fabbrica o all’aeroporto, i collaboratori devono poter accedere ai report dal loro smartphone in qualsiasi momento, online e offline. I fornitori di SaaS che offrono questo tipo di soluzioni rispondono alla mobilità crescente nelle aziende.

 

6. Implementazione agile

Valida per qualsiasi progetto IT, l’implementazione agile è ormai la garanzia di successo di un progetto.

Le aziende non vogliono più aspettare tra i 12 e i 18 mesi per la realizzazione della loro soluzione di report. Devono implementare subito le loro idee.

 

 

tendances du reporting | Toucan Toco schema méthode agile

 

Questo significa che i progetti agili con una scadenza di non più di 6 mesi sono in aumento e diventeranno ancora più popolari nel 2019.

 

Inoltre i progetti realizzati con una metodologia agile non sono solo più rapidi ma, secondo il Chaos Report del gruppo Standish, sono anche quelli con il tasso di successo più elevato.

 

 

 

 

 

 

à lire aussi

No comments so far.

Leave a Reply

You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>