11.10.2018

Come pilotare efficacemente i vostri brand e battere la concorrenza grazie al reporting marketing ?

Spesso è difficile per le grandi imprese orientarsi tra la massa di dati di cui dispongono. Come raggruppare tutti questi dati quando si è presenti sia sul mercato francese che su quello internazionale ? Come sorvegliare continuativamente le tendenze ? Come confrontare le proprie performance tra di loro o con quelle dei concorrenti al fine di incrementare la crescita ? Rispondere a tutte queste domande è fondamentale per posizionare il proprio brand, avere una strategia di pricing e soprattutto battere la concorrenza.

reporting marketing

Capire i vostri dati

 

I team di marketing necessitano di un dashboard con tutte le informazioni utili per avere una visione completa del mercato e della concorrenza, compresi i dettagli delle vendite per prodotto, e dei risultati interni per poterli confrontare tra di loro e con gli altri brand. Devono avere anche una panoramica degli obiettivi annuali e la possibilità di monitorare le tendenze.

 

 

Che indicatori usare ?

 

Ecco una lista dei KPI che i team di marketing devono avere a disposizioni per prendere le decisioni migliori.

 

  • degli indicatori temporali : gli obiettivi annuali/mensili/semestrali sono stati raggiunti ? Come si posizionano questi obiettivi rispetto a quelli dell’anno scorso ?
  • degli indicatori geografici : quali sono le mie performance sul mercato francese e su quello internazionale ? E quelle dei miei concorrenti ?
  • degli indicatori economici : dove si posiziona il mio brand sul mio mercato ? E i miei concorrenti ? Come adattare il mio pricing e l’immagine del mio brand ?
  • degli indicatori di prodotto : che tipi di prodotti si vendono meglio/peggio ? Perché?

 

Incrociando questi indicatori, le decisioni efficaci per migliorare le performance diventano lampanti.

 

Esempio di reporting marketing

 

Ecco un esempio di dashboard che permette di accedere a tutte le informazioni.

 

La pagina iniziale fornisce una visione della performance globale del brand. Si può filtrare per mese, qui luglio 2017, per tipo di prodotto o per paese.

 

 

È possibile anche vedere i risultati delle vendite, il fatturato corrispondente, i 3 tipi di prodotti che funzionano meglio e come si posiziona il brand sul mercato.

 

Si può vedere anche l’evoluzione del valore delle proprie quote di mercato e confrontarle con quelle dei concorrenti.

 

reporting marketing

 

L’applicazione fornisce una visione globale, ma permette anche di analizzare in dettaglio le performance.

 

Ci sono tre linguette : Performance, Market e Versus.

 

reporting marketing

 

Performance

 

Dalla linguetta Performance si accede alle vendite realizzate vs obiettivi fissati, al monitoraggio delle tendenze, al management del portafoglio e alla Top Division, una classifica che permette di confrontare le performance di diversi brand secondo vari filtri.

 

Nella sezione vendite vs obiettivi fissati, questa heat map mostra con immediatezza se gli obiettivi sono stati raggiunti o meno. Si possono vedere le perfomance per brand e per mercato (qui per zona geografica).

 

reporting marketing

 

Nel monitoraggio delle tendenze, si può seguire l’evoluzione del tasso di crescita del brand su sei mesi. Si può inoltre filtrare per tipo di prodotto (profumi, cosmetici e make-up) e analizzare l’andamento rispetto al mercato.

 

In maggio, la crescita del brand ha subito un calo del 9,1% mentre il mercato è aumentato del 3%.

 

 

Mercato

 

La linguetta Mercato permette di seguire l’evoluzione del valore delle proprie quote di mercato per tipo di prodotto e contemporaneamente i diversi investimenti fatti dal brand in termini di marketing e R&D.

 

Si può dunque vedere molto chiaramente che per Louis Vuitton, su 1250M€ di ricavi, l’83% è stato investito in R&D e il 29% nel marketing.

 

reporting marketing

 

 

Versus

 

Infine, nella linguetta Versus, si può seguire l’evoluzione delle quote di mercato, in € o in percentuale. Nella sezione “multicriteri” viene data inoltre una visione globale che permette di confrontarsi direttamente con i concorrenti.

 

 

Si ottengono dunque tutte le informazioni utili sul mercato dei profumi.

 

È possibile mettere a confronto i propri dati di crescita, investimenti marketing e R&D, numero di unità vendute e ricavo ottenuto con quelli di un concorrente a scelta.

 

Conclusione : grazie al vostro reporting marketing dovete potervi confrontare con la concorrenza

 

È evidente che questo reporting permette di confrontarsi facilmente e in modo chiaro con i diversi concorrenti di un brand.

 

La performance del brand per un tipo di prodotto può essere analizzata da diversi punti di vista: numero di unità vendute, quote di mercato e andamento dell’evoluzione. Si può anche confrontare il proprio tasso di crescita con quello del mercato e vedere che parte del ricavo è reinvestita in R&D, in marketing, ecc.

 

Questa applicazione è la soluzione alla maggiore difficoltà delle grandi imprese: è possibile incrociare i dati interni relativi alla performance del proprio brand e anche confrontarla in modo preciso con i concorrenti diretti.

 

Ecco che cosa deve permettervi di fare il vostro reporting marketing. Il posizionamento del brand appare chiaramente rispetto al mercato e ai concorrenti. La presa di decisione per migliorare la propria performance risulta dunque facilitata.

 

 

 

 

 

 

 

Sophie Miglietti, Country Opener Italy @Toucan Toco

 

 

A proposito di Toucan Toco

 

La nostra missione : compiere atti pedagogici per trasformare dati grezzi complessi in Dataviz e storie interattive. Creiamo una categoria software: il Data StoryTelling.

à lire aussi