Back to Home

Che valore ha la Storytelling nell’analisi dei Dati ?

Le Data Storytelling è un concetto ormai noto, eppure non è raro sentirsi chiedere : cosa c’entra la Storytelling con i Dati ? In che modo la Storytelling aggiungerebbe valore ai Dati ?
Proviamo a rispondere !

Wikipedia definisce la Storytelling come: “una metodologia che usa la narrazione come mezzo creato dalla mente per inquadrare gli eventi della realtà e spiegarli secondo una logica di senso”.

 

La narrazione ha infatti un impatto fortissimo nella strutturazione e condivisione delle conoscenze, permette di definire un nesso tra fatti e idee, crea adesione e favorisce l’apprendimento.

Le nostre principali credenze sono basate su narrazioni.

 

L’impresa, come ogni altra comunità, vive di narrazioni che permettono di definire valori e obiettivi.
Il Brand stesso è una narrazione, o la sintesi di tutte le narrazioni.

 

Il Dato è innanzitutto strumento di analisi. Diventa l’oggetto della Narrazione quando rappresenta l’elemento fattuale condiviso, all’interno (in verticale o in orizzontale) o all’esterno dell’organizzazione (clienti, investitori, istituzioni).
Analisi e Narrazione sono dunque due lati della stessa medaglia.

 

IL Data Storytelling rafforza l’Analisi attraverso la Narrazione

Permette una presentazione del dato in maniera che possa essere facilmente condiviso per definire problematiche, obiettivi o identità.

 

 

La condivisione è cruciale

Un venditore saprà orientare meglio il cliente sapendo che un determinato abito si vende bene ed è indossato da tale o tal’altra influencer, con un pubblico tra i 16 e i 20 anni, o tra i 20 e i 25 anni.

La condivisione chiara di dati di mercato, produzione e logistica tra sede e rete commerciale permetterà a una catena di elettronica di migliorare le vendite e ottimizzare stock costosi e a rapida svalutazione.

 

Le società informatiche devono incrociare ad ogni momento i dati di mercato con le competenze disponibili, per assicurare un piano di assunzioni o formazioni basato sui bisogni reali dei loro clienti o sulle ultime tendenze tecnologiche.

 

Le imprese hanno già queste informazioni, faticano però a condividerle.

Quindi, per rispondere alla domanda iniziale : la Storytelling crea valore al Dato perché lo integra al contesto dell’impresa, rendendolo facilmente comprensibile e sfruttabile.

 

 

Come fare allora Data Storytelling ? E quanto costa ? Si può calcolare un ROI ?

In realtà, tutte le imprese fanno già Data Storytelling, strutturando e condividendo le loro informazioni attraverso Presentazioni Power Point o Report vari.

 

Cosa sono questi, del resto, se non presentazioni di Dati strutturati in formato narrativo?

L’edizione di questi documenti non è però un’attività neutra.

 

Innanzitutto, ha dei limiti tecnici e procedurali : richiede di aggregare informazioni provenienti da più fonti, spesso informali (colleghi, collaboratori, altre direzioni…), necessita di un supporto fisico per natura non adatto ad ogni utilizzo ed è aggiornata a scadenze regolari, mai sufficienti. Per non parlare della distribuzione e della conservazione dei dati così raccolti.

 

Ma soprattutto, ha un costo enorme, che si può ottenere con un semplice calcolo : “costo del lavoro” x “tempo passato” x “persone coinvolte”.

 

Secondo uno studio di Business Consulting Group (BCG) i manager spendono fra il 30% e il 40% del loro tempo in attività di reportistica.

 

In questo scenario, un’impresa con 10 direttori commerciali, con un costo medio di 170 mila euro l’uno (stipendi+imposte+strumenti), spenderà solo per la reportistica delle vendite oltre 500 mila euro l’anno.Moltiplicatelo ora per tutte le funzioni aziendali, e 😱.



 

 

 

La digitalizzazione di questi processi è dunque un obiettivo strategico per le imprese.

Un primo livello di risposta è fornito dalla Data Visualization.
Questa offre strumenti potenti di Analisi e grafici accattivanti ma, anche nelle versioni più recenti, non solo è molto limitata in termini di Storytelling, ma è concepita principalmente per utilizzatori tecnici o comunque avanzati, risultando di difficile adozione per il Business.

 

Per questo, nonostante investimenti ingenti, l’uso fatto di tale tecnologia resta parziale, e alla fine tutte le imprese continuano a presentare i loro Dati con Presentazioni PowerPoint.

 

In Toucan Toco siamo convinti che un utilizzo rapido, immediato, intuitivo per tutti sia fondamentale per fare della Data Storytelling un vettore di diffusione della cultura Data Driven in impresa.

 

La chiave di questa trasformazione è la semplicità, ed è ciò su cui abbiamo puntato

  • semplicità di consultazione, ispirata alla reportistica tradizionale,
  • semplicità di accesso, anche in mobilità grazie alla tecnologia adaptative,
  • semplicità di configurazione, grazie a una UI/UX predisposta e a un’interfaccia di sviluppo tipo CMS,
  • semplicità di interazione, grazie alla possibilità di commentare ed arricchire i dati, e
  • semplicità di deployment, perché non richiede né installazione né formazione degli utilizzatori

 

Dal 2014, oltre 150 grandi aziende hanno creduto nella nostra proposta.

Per saperne di più, non esitare a richiedere una Demo o a contattarci !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *